Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Castello di Carini



Categoria: Arte e Cultura, Castelli, Le vie del Cinema
City: PalermoCarini
Location:Via Castello

Descrizione

Nato come fortezza medievale alla fine dell' anno mille, il castello di Carini ha subito a partire dalla fine del XIII secolo una serie di interventi ricostruttivi e modifiche strutturali che ne hanno cambiato la destinazione d'uso da roccaforte militare a palazzo residenziale nobiliare.
Questo ha fatto sì che il castello che vediamo oggi sia un miscuglio di elementi architettonici che coprono stili che vanno dal Medioevo fine del sedicesimo secolo.
Il castello è divenuto famoso per la triste storia di Laura lanza di Trabia, meglio nota semplicemente come "la Baronessa di Carini".
A soli 14 anni Laura andò in sposa per motivi di alleanze politiche a don Vincenzo II La Grua-Talamanca, figlio del Barone di Carini.
Vittima di un matrimonio mal combinato e scontenta di un marito che non la apprezzava, Laura intrecciò una lunga relazione con Ludovico Vernagallo, cugino di rango inferiore del marito.
Scoperti insieme i due vennero uccisi dal padre di lei per salvaguardare l'onore della famiglia Lanza di Trabia.
Insabbiato in un primo momento dalle potenti famiglie, il fatto divenne di pubblico dominio nei secoli grazie alla tradizione orale dei cantastorie.
In questi racconti la verità, indagata ed accertata nella seconda metà dell' Ottocento Salvatore Salomone Marino, si fonde col mito: una leggenda narra infatti che nel giorno dell'anniversario dell'uccisione della Baronessa di Carini, nella stanza dove il delitto fu compiuto appaia sul muro l'impronta della mano insanguinata lasciata dalla sventurata ragazza nel momento dell'uccisione.
Tanta è la fama della vicenda che nel 1975 la RAI la trasformò in uno sceneggiato televisivo, diretto da Daniele D'Anza e interpretato da Ugo Pagliai e Janet Agren, riadattato nel 2007 e trasmesso da RAI 1 per la regia di Umberto Marino con Vittoria Puccini e Luca Argentero nelle parti dei protagonisti.

Guarda le foto