Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

La leggenda di Cariddi



Categoria: Località di Mare, Mito e Leggenda
City: MessinaMessina
Location:Capo Peloro, Località Torre Faro

Descrizione

Geograficamente Cariddi è collocabile sulla punta messinese della Sicilia, a Capo Peloro. La mitologia narra che in principio vi era una naiade, figlia di Poseidone e Gea, dedita alle rapine e famosa per la sua voracità. Un giorno rubò a Eracle i buoi di Gerione e ne mangiò alcuni. Allora Zeus la fulminò e la fece cadere in mare, dove la mutò in un gigantesco mostro, grande quasi quanto metà della città di Roma. Simile a una lampreda, con una gigantesca bocca piena di varie file di numerosissimi denti e una voracità infinita, Cariddi risucchiava l'acqua del mare e la rigettava, fino a tre volte al giorno, creando enormi vortici che affondavano le navi in transito. Le enormi dimensioni del mostro facevano sì che sembrasse tutt'uno col mare stesso.

Guarda le foto