Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Castello dei conti di Modica



Categoria: Arte e Cultura, Castelli
City: TrapaniAlcamo
Location:Piazza Della Repubblica

Descrizione

Situato al centro della città di Alcamo il castello dei Conti di Modica deve in realtà la sua edificazione nel 1340 a Raimondo Peralta, conte di Caltabellotta. Ai Peralta si succedettero i Chiaramonte e dal 1410 al 1812 i Cabrera, Conti di Modica, da cui prese il nome attuale.
Era un castello imponente che a regime, provvisto di munizioni e viveri, era in grado di resistere ad un assedio di un mese e mezzo, ospitando 30 compagnie di soldati.
La pianta del castello è romboidale mentre il cortile centrale è rettangolare.
In corrispondenza dei vertici si ergono quattro torri merlate con una specifica funzione.
Ad esempio la torre Maestra, quella di sud-est, aveva una funzione detentiva e era luogo di tortura per i prigionieri; quella di nord-ovest era sede dei baraccamenti delle sentinelle, quella di sud-est era riservata agli ospiti di riguardo.
Sulla torre di sud-ovest è visibile, scolpito in marmo, lo stemma della città di Alcamo.
Al piano terra si trovavano una cappella e le stanze del cappellano, gli alloggi dei servi e una cella di isolamento; al primo piano un salone per ricevimenti con anticamera, lo studio del conte, le camere da letto padronali e un'altra cella di isolamento.
A partire dal 1828, in seguito ad una sentenza del Tribunale di Trapani, il Comune di Alcamo divenne proprietario del castello, acquistato agli inizi del 1800 dalla famiglia degli Stuart, e restaurato nel 1870 fu utilizzato come sede degli uffici comunali, prigione (fino al 1968) e stalla.
Tra il 2000 e il 2010 dopo nuovi restauri il castello è stato utilizzato per ospitare il Museo Etnografico, l'Enoteca Storica Regionale, il Museo del Vino e delle Tradizioni, un'esposizione permanente dei pupi siciliani e una mostra dedicata alle opere scultoree di Nicola Rubino.
In un salone al primo piano vengono celebrati i matrimoni civili.
A seguito di alcuni danni strutturali, il castello è stato nuovamente chiuso ad intervalli dal 2011 al dicembre 2015 quando è stato parzialmente riaperto al pubblico. Alcune parti restano tutt'ora non agibili per motivi di sicurezza.

Guarda le foto